Martedì, 25 Novembre 2014

I RISULTATI DEL VOTO NELLE REPUBBLICHE POPOLARI DI DONETSK E LUGANSK

Lo scorso 2 novembre si sono tenute le elezioni nei territori delle Prepubbliche Popolari di Donettsk e Lugansk. In ambedue le repubbliche i governanti in carica sono stati riconfermati: nella RPD è stato eletto premier Aleksandr Zakharcenko, nella RPL - Igor Plotnizkij. L'affluenza alle urne è stata rispettivamente dell'85% e del 68,7%.

 

I cittadini delle nuove repubbliche indipendenti hanno eletto pure i Soviet del popolo. Secondo i dati forniti dalla Commissinone elettorale centrale della RPD sono entrati a far parte del Soviet 68 rappresentanti del partito "Repubblica di Donetsk" e 32 del partito "Donbass libero" per un totale di cento deputati. Nel Soviet del popolo della RPL, dove i deputati sono cinquanta, sono entrati i rappresentanti della organizzazione "Pace a Lugansk" e dell'"Unione economica di Lugansk", che hanno ottenuto il 69,4% ed il 22,2%. Si deve rilevare che la Commissione elettorale centrale di Donetsk ha negato la registrazione nelle liste elettorali per il Soviet del popolo al partito comunista recentemente costituitosi,  mentre il partito "Novorossija" capeggiato da Pavel Gubariov non è stato ammesso al confronto elettorale per la carica di capo di stato della  RPD. 

 

Intano la "tregua" formalmente proclamata nel Donbass oltre un mese fa continua a non funzionare. Le truppe ucraine proseguono i loro bobardamenti contro i centri abitati e prendono di mira otre tutto gli edifici civili come scuole, ospedali, quartieri abitativi, complessi industriali. Nei territori occupati della regione i soldati della giunta di Kiev scatenano il terrore di massa conto i cittadini inermi. Per tutta risposta si estende la Resistenza partigiana agli aggressori.

 

Fonte: www.vkpb.ru.

Letto 555 volte

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.